venerdì 14 giugno 2013

La Costruzione di un Evento.

#webcon2013

La Costruzione di un Evento avviene - e sta avvenendo - nella più ferrea autodisciplina.
Ci sono altri fattori come passione e competenze, d'accordo.
Ma ciò che sto esercitando più di ogni altra cosa da cinque mesi a questa parte è la disciplina.
Che se applicata, significa: Non perdere MAI la calma, anche quando inevitabilmente qualcuno farà di tutto per fartela perdere. / Non mettere MAI il tuo ego prima del tuo progetto. / Usa sempre la testa, si, ma lasciati guidare anche dalla pancia e dal cuore.

Facciamo un passo indietro.

Immaginate una stanza vuota.
Che voi dovete prima arredare, poi riempire - di avvenimenti, persone, colori e interessi - e fare in modo che si illumini. E che poi si autoalimenti di questa illuminazione. Dovete farlo da soli. O quantomeno partire da soli, il Giorno Uno. Senza capitali. Senza Gruppi di alcuna natura alle vostre spalle, che vi copra queste spalle. Senza le risorse e il supporto di strutture già avviate, holdings, colossi editoriali, investitori o brand di punta sul mercato.
Siete soltanto voi e la stanza.
E il vostro Giorno Uno.

Abbiamo un luogo, quindi.
Un luogo peraltro molto bello, che non è cosa da poco.
E una specie di appuntamento con il destino. Si, perché LO SENTI - dentro di te lo senti molto bene! - che la Costruzione di questo Evento rappresenta la summa di tutto ciò che hai seminato in vent'anni "di onesta professione" nel giornalismo, nel fumetto, nella grafica, nell'editoria, nella comunicazione: tutte le tue skills, tutto il tuo know-how, tutti i rapporti che hai costruito, tutte le connessioni che hai creato e sei riuscito a mantenere brillanti, tutta la credibilità che hai faticosamente consolidato, tutta la fatica che ti è costata (anche quando gli altri pensavano che tu non stessi davvero dicendo sul serio), tutti i "Si" e i "No" che hai avuto la capacità di concedere o negare nel tempo.
E' tutto qui.
E' tutto adesso.

Sotto una serie di hashtags #webcon2013 parleremo di questa Costruzione, sin dal Giorno Uno.
Cioè sin dal NIENTE assoluto.
Le idee seminali. Lo studio approfondito del segmento, dei suoi giocatori più accreditati e/o più originali, dei suoi protagonisti indiscussi. La creazione di un programma. L'individuazione dei content partner più idonei. Il dialogo personale con ognuno di essi, che va reinventato caso per caso, uno ad uno, senza mentire mai!
E ancora la definizione di una linea editoriale e dei contenuti, dell'immagine, dei possibili ospiti, dei possibili media partner, dei possibili Patrocini, dei possibili sponsor.
Anche di ogni possibile implicazione che rappresenta la presenza di ognuno di essi.
Senza dimenticarne una.
Un lavoro TITANICO, credetemi.

Quindi - prima di andare avanti - la domanda vorrei porla io.
Partendo SOLO da una stanza vuota... voi come avreste cominciato?

Official websites:
www.web-con.it

www.auditorium.it

2 commenti:

Raffaella A. ha detto...

Sei sempre una spanna sopra agli altri, Ste.
E' così evidente......
Nello stile, nell'approccio, nella tua filosofa di vita.

Roberto Conti ha detto...

Io avrei avuto grosse difficoltà! Però chi t'ha affidato il progetto conosce le tue capacità, la tua affidabilità e professionalità e nulla accade mai per caso! Un abbraccio fratè!