martedì 4 novembre 2008

La mia Lucca.


La mia Lucca, quest'anno, è stata una Lucca della PACE: ho dato abbracci, sorrisi e strette di mano. Sarà che sto per diventare papà, ma - oltre ad un mare di auguri - ho ricevuto altrettanto, nella stessa misura in cui ho dato. Nessuna tensione, nessuna polemica, nessuno scazzo. Tutte le asce di guerra, finalmente, sono state sotterrate. Nella mia Lucca si mangia bene, si beve bene, si sta in compagnia e si cazzeggia tanto.

La mia Lucca, che per me si chiama ancora "Lucca Comics" (e non "Lucca COSPLAY, comics & games") è nel padiglione editori, o nei numerosi bar adiacenti. E' fatta di case editrici, autori, redattori, librai e lettori. E' fatta di libri, volumi e albetti. Odora di carta.

Sui cosplayers non vorrei infierire. Dico davvero. Forse sono io che non capisco. Decine, centinaia, migliaia. Numeri che fanno paura. Ma se è proprio di un rapporto numerico che dobbiamo parlare, allora posso tristemente sostenere che per ogni Giorgia che conto, sono almeno cento i casi umani disadattati con problemi molto seri che incontro.

La mia Lucca è fatta di nuove amicizie che - edizione dopo edizione - diventano sempre più solide ed entusiasmanti, ma anche di vecchie amicizie che il passare degli anni rende un po' più amare.

La mia Lucca è fatta di [pochi] acquisti e di [tanti] regali.
Di [poche] firme/disegni e di [tanti] "scambi culturali" tra autori.
Di fumetti, fumetti e fumetti...
Ma anche di un libro da scrivere, che pare essermi stato commissionato (uhm?).

La mia Lucca è fatta anche di vicoli e piazze, di passeggiate in via Fillungo o sulle mura, di una piccola pasticceria in via Paolino dove con Teresa - ancora fidanzati - ci mangiavamo deliziose fette di Sacher (che, nonostante sia una torta tutt'altro che toscana, qui la fanno troppo buona). E infatti gliene ho portata una intera a casa! ;)

Vorrei salutare tutti coloro che ho incontrato, con cui ho chiacchierato e/o scherzato. E sono davvero tanti. Vorrei addirittura ringraziare qualcuno di loro. Ma non qui.
Mi limiterò allora a riconoscere il mio più sincero BIG UP ad Alessandro, che continua a rendere possibile il fiero percorso del mio Massacratore... ad Alessio, Lorenzo e Stefano della Double Shot, che per il secondo anno hanno vinto il Gran Guinigi 2008 con una loro pubblicazione... infine a Diego che - finalmente! - ha ricevuto anche lui il GG come "miglior sceneggiatore", e non riesco a non pensare che avrebbero dovuto premiarlo prima di tanti altri autori con la metà del suo talento.

Era il rantolo del Gigante, questo?
Lucca è morta?
Viva la mia Lucca!!!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

non è tutto oro quel che luccica......

S3Keno ha detto...

Si, certo... e non c'è rosa senza spina!

GRAZIE, anonimo ;)

Andrea Alfano ha detto...

Francamente anche io mi sono divertito parecchio quest'anno.

Purtroppo l'organizzazione continua a presentare alcuni limiti da non sottovalutare e forse si dovrebbe pensare di espandere ancor di più le tendostrutture per accogliere in maniera più comoda i visitatori.

Ma a parte questo, Lucca spacca... sempre e comunque!

preacher ha detto...

sei una delle persone che aspetto di rivedere più volentieri alle fiere!
a presto
Lorenzo

p.s.: non vedo l'ora di leggere il post dove ci annuncerai di essere diventato babbo! :-)

HulkSpakk ha detto...

il vecchio s3keno è un figo.

S3Keno ha detto...

@ Andrea:
Mi ha fatto piacere chiacchierare con te quella ventina di minuti "circondati" dai fumetti DC/Planeta, ah ah ah (in effetti lì dentro si stava meglio che non nei corridoi, nevvero?)... cmq si, appunto, qualche miglioramento di carattere "logistico" non guasterebbe il nostro lavoro/divertimento.

@ Preacher:
La cosa vale anche per me, Lore'... e secondo me quest'anno ci siamo davvero conosciuti molto meglio, non trovi? Cmq sia, ancora COMPLIMENTI sia per il premio che per lo stand (bello) che avete messo su.

@ Hulkspakk:
Il figo sei tu, caro mio... e Lecce sarà!!! ;)