venerdì 23 febbraio 2007

Roma strikes again!!!


Nel giro di poco più di un mese, il caso vuole (il caso?) che dalla Capitale siano usciti tre album che segnano tre grandi ritorni: il primo è Piotta con "Multi Culti" (quando mi ha scritto l'intro per il Massacratore n°2 la copertina nemmeno esisteva!); il secondo sono i Cor Veleno - probabilmente dal punto di vista tecnico il miglior gruppo hip hop italiano attualmente sulla scena - con "Nuovo nuovo"; il terzo, beh... scusate l'emozione e l'affetto particolare... ma - cazzo! - dopo otto anni dal precedente "Scienza Doppia H" (e Dj Baro che subentra al fianco di Danno e Masito al posto di Ice One) il potentissimo Colle Der Fomento più hardcore e indipendente che mai con "Anima e ghiaccio", a breve su questo blog.
Il rap de' Roma SPACCA ancora, e che i buffoni come Marcio e Fibra tornino a casa loro!!!

11 commenti:

RRobe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
RRobe ha detto...

Sull Stores di ITunes ci sono Piotta e Cor Veleno... e non ci sono i Colle (che avrei comprato anche solo per affetto).
Bah.
Per il resto, per quel poco che ho sentito, la solita roba... le solite rime, le solite basi.
So Mejo de te... no sei mejo te...

Stefano "S3Keno" Piccoli ha detto...

beh, Roberto... non so COSA tu abbia ascoltato ma Tommaso è un bel pezzo che si è lasciato dietro le spalle i vari "so' mejo de te" e ha dato al suo rap (e alla sua musica) una direzione molto diversa... ma soprattutto il Colle, cazzo, liquidarli con "solita roba solite rime solite basi" è davvero riduttivo, senza nemmeno avere ascoltato l'album (dove NON fanno dissing, quella per l'appunto è roba da Marcio, Fabri o Inoki)... e poi da uno che s'ascolta l'heavy meta ;)

Thomas Magnum ha detto...

Concordo con rRobe.
Non so spiegare bene il motivo, sarà che invecchio, ma con gli anni gli mcs d'italia tendono sempre più a sembrarmi dei pupazzetti senz'anima.
Con qualche eccezzione, chiaro. Caparezza su tutti, ma Caparezza non è "semplicemente" un mc e questo è evidente.
Concentrando l'attenzione su Roma senza dubbio Primo&Grandi restano in cima ma proprio perchè stanco di "io so io e voi nun sete un ca**o" oggi ho ascoltato un live di Jack Johnson e di Piotta che è troppo avanti onestamente non me ne è fregato granchè...

Stefano "S3Keno" Piccoli ha detto...

>"Con qualche eccezzione, chiaro"...

E infatti magari evitiamo di genralizzare e di fare di tutta l'erba un fascio, no? Dieci anni fa m'ascoltavo TUTTO il rap italiano che veniva prodotto (vuoi anche per motivi di lavoro), oggi pure io mi sono rotto il cazzo della stramaggioranza degli mc's... e praticamente ascolto pochissimo hip hop italico... ma secondo me i tre dischi in questione fanno parte tutti e tre di quelle "eccezioni", ognuno per un proprio motivo.
Tommaso (come già fu per Lorenzo tanti anni fa) per la sua maturità, i Cor Veleno per la loro POTENZA (senza parlare delle basi di Squarta che sono una meglio dell'altra!)... e il Colle... beh, oggi è almeno la terza volta che ascolto "Anima e ghiaccio" e non ho altre parole da dire se non ESALTANTE, con testi tutt'altro che da "pupazzetti" ma anzi taglienti e profondi (sentiti "Solo amore", tanto per dire)...

Thomas Magnum ha detto...

oggi pure io mi sono rotto il cazzo della stramaggioranza degli mc's... e praticamente ascolto pochissimo hip hop italico...
Esatto, io anche peggio, visto che ormai ascolto pochissimo hip hop in generale. Mi rimangono tipi come Akrobatik e pochi altri semi-sconosciuti e questo non per fare l'alternativo ma piuttosto perchè il resto, oramai, è "hip hop" quanto gli omonimi corsi di danza nelle palestre.
Sono d'accordo sull'innegabile POTENZA dei CorVeleno, specie dal vivo. Gli album - incluso questo NuovoNuovo- li trovo molto più artefatti,"freddi". Dico questo consapevole di quanto possa essere paradossale, visto il veleno, appunto, che ci mettono Primo&co.
Non lo so Ste...mi sembra che ognuno di loro sia diventato una caricatura di sè stesso...poi ci sono episodi a cui spesso evito di pensare, tipo il periodo (anni e anni fa) in cui a dare addosso a Jovanotti nei live erano proprio le stesse persone che poi ne hanno parlato come di "artista poliedrico e sempre interessante".
Non è tanto questione di dissing eclatante quanto di frecciatine buttate li nei live, tanto per esaltare le folle...
In un disco dei "bei tempi" (argh! mi odio quando faccio il nostalgico) Bassi ci descriveva come persone che vogliono "mettere mano al portafoglio per ottenere rime cariche d'orgoglio" e penso tutt'ora che abbia centrato in pieno la faccenda.
E' solo che la pratica appena descritta non mi attrae più, tutto qui...

E prima ho scritto pure "eccezione" con due z, adavede che fenomeno...;)

RRobe ha detto...

Per ora ho sentito il disco dei Cor Veleno, e sottoscrivo il "la solita roba, le solite basi, i soliti argomenti".
Sembrano i Sottotono di dieci anni fa, e i Sottotono non erano gran cosa.

Il Disco del piotta l'ho ascoltato di sguggita: sembra divertente e alla ricerca del pezzo orechiabile.

I Colle no n l'ho sentito, lo comprerò per affetto.

Quanto all'heavy metal (che non è il mio genere di riferimento, il mio è l'hard rock e il glam metal)... diciamo che non etro argomento con chi non ha le basi culturali per parlarne :asd:

Thomas Magnum ha detto...

Sembrano i Sottotono di dieci anni fa, e i Sottotono non erano gran cosa.

Beh, occhio però...pur avendo detto quanto sopra non ce la farei mai ad accostare i CorVeleno a Tormento e Fish con gli occhiali Versace taroccati e gli slide della west coast versione "dei poveri"...
c'è e ci sarà sempre un abisso tra i CorVeleno e quel genere di operazioni, così come resta impossibile accostarli a marcio, fibra & co.
Il guaio è che più passa il tempo più mi sembra che siano costruiti anche loro, seppur in modo completamente diverso...

Niccolò ha detto...

A me piacciono gli AssaltiFrontali, notizie su di loro?
Riguardo ai tre dischi in questione li ho trovati molto più sinceri di quanto mi aspettassi.
L' imitazione americana è sempre più labile ed i testi molto più interessanti; Diamnti dei Cor Veleno è un bel pezzo secondo me.
Trovo molto più antipatici e pieni dise gente come Fibra, Inoki, Tormento; gente che se ne va in giro come proprietaria della verità utima delle cose e ci fa dono di spiegarcela.

Stefano "S3Keno" Piccoli ha detto...

per Niccolò - è vero, "Diamanti" dei Corve è davvero un gran bel pezzo, e "i Sottotono di dieci anni fa" se lo sognavano di poter scrivere un testo del genere (senza considerare che il suono di Fish era, ed è, decisamente west-oriented, mentre Squarta è della costa opposta, con le sue produzioni grasse e funk di matrice newyorchese)... per quanto riguarda invece gli Assalti, è di pochi mesi fa l'uscita di "Mi sa che stanotte"... quindi o sei rimasto all'album precedente, oppure quanti ne vuoi ancora?

per Rrobe - la mia battuta sull'heavy metal (che sarebbe stata identica anche con l'hard rock o il glam) era per l'appunto solo una battuta... perchè altrimenti il giochetto "non entro in argomento con chi non ha le basi culturali per parlarne" varrebbe in entrambi i sensi e andrebbe avanti all'infinito... è un po' quello che scrivevo sulla mia intro del Massa n°2, sui MIEI limiti verso un certo tipo di musica ma anche sui limiti DEGLI ALTRI su quella che piace a me... perchè per capire a fondo una base non basta avere ascoltato quattro dischi rap di Tupac negli anni '90, ma dietro ci sarebbe tanta di quella musica nera (blues, rhythm'nblues, soul) che manco a dirlo...
Cmq aldilà di tutto compra il Colle sia perchè è autorpodotto, sia perchè vale tutti i suoi 13 euro:
... "ora che il rap ha fatto un patto con il pop
e tutti scialano in da club io ancora faccio i botti
sopra il boom bap
e non ho MAI accannato, zio
lo faccio pe' i massicci e pe' la gente mia
NON per il mercato
sul palco fino a che non finisco il fiato
fino a che, distrutto, non ti avrò lasciato tutto...
... ma è SOLO AMORE se amore sai dare!!!"


per Magum - Non saprei che dire riguardo la loro "costruzione"... di fatto, io sono amico di Giorgio/Grandi Numeri più che di Primo o Squarta, e quello che vedo nei live o nei video (anche quando scoatta) è esattamente com'è Giorgio anche nella sua vita privata...
per il resto sai com'è: ognuno ha i propri gusti... a te piace Akrobatik e a me Mos Def, che rimane uno dei migliori anche se vende cento volte meno di Jay-Z...

freshprincess ha detto...

"Anima e ghiaccio" comprato direttamente dalle mani del Danno ad un live, "Nuovo nuovo" comprato alle messaggerie...Credo che la scena romana sia la migliore al momento, hanno una produzione dilagante e di qualità, dai Corve al Colle alla GDB a Noyz che con Verano Zombie ha spaccato tutto quanto,a Ghemon se vogliamo metterlo a Roma al Turco...I dogo invece perdono alla grandissima, la scena milanese è un pò leggera e superficiale, mi ha un pò stancato.
Cmq Primo Grandi e Squarta sono i migliori.