giovedì 10 maggio 2007

Mirrormask.



Per passione personale, avevo già preso in automatico i cartonati Mondadori della premiata coppia Neil Gaiman & Dave McKean "I lupi nei muri" (2003, € 14,80), "Il giorno che scambiai mio padre con due pesci rossi" (2004, € 15,00) e il più recente "Mirrormask" (2006, € 16,00), che non è altro che la trasposizione in volume dell'omonimo film dei due.
In realtà, scritto da Gaiman ma DIRETTO da McKean.

Nella vana speranza che anche in Italia qualche coraggioso distributore lo portasse al cinema, ho dovuto aspettare direttamente l'uscita in dvd (si, lo so Paolo, potevo pure scaricarmelo col muletto). Bene, è uscito per la Sony Pictures. E finalmente l'ho visto.

Sono tornato nel mondo dei sogni con Helena (la giovane e già bravissima attrice Stephanie Leonidas) attraverso un film visionario, circense, immaginifico e molto "sperimentale", nel senso che è raro trovare nel cinema un uso della grafica di questo tipo, cioè non solo finalizzata agli effetti speciali, ma utilizzata proprio come vero elemento fotografico e scenografico (d'altronde con McKean alla regia non potevamo aspettarci altro, no?).
Dal punto di vista narrativo - nonostante "Mirrormask" sia stato pressochè ignorato da pubblico e critica - nella storia e soprattutto nelle atmosfere gli ho trovato molte similitudini con "La Città Incantata" di Hayao Miyazaki (diversa sensibilità, stesse suggestioni). Solo che quello è stato riconosciuto da tutti come un CAPOLAVORO.
Questo no.

4 commenti:

RRobe ha detto...

Forse perché, nonostante l'aspetto visivo, è un brutto film?

alessandro c ha detto...

concordo con rrobe.
premetto che sono un estimatore della coppia, e che l'impianto visivo del film sia notevole, ma la visione mi ha un po' annoiato.
passato lo stupore per la resa grafica, della storia mi è rimasto poco. ma sono gusti personali.
mi spiace comunque che nelle sale non sia mai stato proposto.
scusate l'intrusione.

S3Keno ha detto...

nessuna "intrusione", Ale, figurati...

Anzi: forse è proprio la tua chiave quella corretta.
Perchè in effetti non credo che il problema di questo film sia essere "brutto"... ma NOIOSO.

nuvoleonline ha detto...

L'ho visto ieri sera in seguito alla tua segnalazione e... devo dire che a me è piaciuto molto.
Non è roba da blockbuster, ma tra qualche anno non dubito che i due ci sorprenderanno.

Baci e grazie per il consiglio,
c.